strangolapreti

 

www.comune.santeliafiumerapido.fr.it

 

Foto

E' un piatto che veniva consumato nei giorni di festa.

Gli "strangolapreti" possono avere forme diverse a seconda di come vengono arrotolati. Usando la grattugia rovesciata l'impasto assumeva una forma di riccio. Nella salsa venivano usate le "spuntature "di maiale oppure le ossa salate ed essiccate.

 

Ingredienti: patate, uova, spuntature di maiale, gambo di sedano, salsa di pomodoro, pancetta e salsiccia, cipolla q.b., olio d'oliva, vino rosso.

 

Preparazione:
Lessare le patate, sbucciarle e passarle nel passaverdure. Aggiungere l'uovo e impastare, allargato l'impasto aggiungere la farina.

Lavorare tutto assieme e far riposare la pasta per 10 minuti. Formare dei rotolini, tagliarli a pezzi di 2-3 cm e passarli sul retro della grattugia.

Contemporaneamente far rosolare in un tegame l'olio, la cipolla, la pancetta, la salsiccia e le spuntature di maiale.

Dopo 15 minuti versare il vino, farlo evaporare e aggiungere il pomodoro. Cuocere lentamente finché non si addensa.

Cuocere gli strangolapreti, in abbondante acqua, appena vengono a galla scolarli e condirli con la salsa.